Storia

Un itinerario storico unico quello della Vallelonga: dalla grotta Continenza di Trasacco, in cui gli uomini primitivi trovavano riparo e vi seppellivano i morti, all’imponente opera del prosciugamento del Fucino, considerato un miracolo di ingegneria idraulica; dall’alone di mistero intorno alla dea Angizia, dal cui bosco (lucus) prende il nome Luco dei Marsi, all’area archeologica italica del IV secolo a.C. venuta alla luce a Collelongo nel corso degli scavi di Amplero.
Torre Baronale

torre-baronale-1-collelongo

La Torre Baronale venne edificata a guardia dell’antico borgo medioevale qual’era Collelongo agli inizi dell’anno 1000, a controllo e difesa del lungo percorso che conduceva alla Valle Roveto.
La struttura della torre si caratterizza per una tecnica costruttiva lineare, basata sull’utilizzo di conci di pietra calcarea squadrati: venne rinforzata nel XIV secolo e utilizzata nel Rinascimento come mastio dell’abitato, con l’adiacente Palazzo baronale.
Completamente in pietra e di pianta quadrata, si presenta come il frutto di varie modifiche, tra le quali la sua ricostruzione dopo il terremoto del 1915.

Oggi è l’accogliente e affascinante sede dell’albergo ristorante Locanda Torre del Parco.

Chiesa Madonna a Monte

Madonna Del Monte-collelongo

È una chiesa benedettina: nelle cronache di Montecassino dell’anno 873 è scritto che la chiesa Madonna a Monte in Collelongo è associata a quella di Luco dei Marsi. Per la prima volta si legge il nome del paese.

Chiesa Santa Maria Nova

Chiesa Santa Maria Nuova-collelongo

Situata nel centro del paese, è la chiesa parrocchiale: costruita sulle sponde del Rio risale al XIII secolo. Ospita le statue dei Patroni, di Sant’Antonio Abate in pietra e la Via Crucis dello scultore Francesco Sansone.

Chiesa di San Rocco

San Rocco-Facciata-collelongo

Il Seicento vede il paese di Collelongo superare immune la famosa peste del 1656, che ridusse al minimo gli abitanti di Villavallelonga e degli altri paesi della Marsica.

È questo il periodo in cui viene edificata, fuori dalle mura, la Chiesa di San Rocco, Santo che venne proclamato Patrono del paese. La chiesa è stata completamente restaurata nel 2004.

Chiesa Madonna del Rosario

Chiesa Madonna del Rosario-collelongo

Situata nei pressi del Municipio, La Cappella dei Floridi, dedicata alla Madonna del Rosario, fu eretta in occasione del Giubileo del 1700.

Oggi è Sede del Sacrario ai Caduti di tutte le guerre, come ricordano le lapidi con i nomi dei caduti affisse al muro ed i bassorilievi con i profili di due soldati.

Fonte Vecchia

La fontana Fonte Vecchia, progettata come lavatoio, abbeveratoio e principale punto di approvvigionamento idrico del paese, fu realizzata durante il regno di Gioacchino Murat, nel 1840.
Fu lo scultore collelonghese Francesco Sansone a restaurarla e a dotarla di una fronte scenografica con scalinata e bocchettoni scolpiti di sua mano.

Situata nelle vicinanze dell’ottocentesca Piazza San Rocco, dove sgorgavano cinque rivoli d’acqua, è formata da una lunga vasca rettangolare realizzata in conci di pietra squadrata, addossata ad un muro in pietra contenente bocchettoni/mascheroni antropomorfi diversi l’uno dall’altro, più due lastre uguali raffiguranti un Sole.